fbpx
easylife-le-armonie
easylllllife

In ogni ambiente della casa è la scelta dei colori e delle finiture che concorre più di tutto al risultato finale, all’effetto d’insieme: le tonalità degli arredi, degli elementi tessili e anche di pavimenti e pareti sono la vera anima degli ambienti e contribuiscono a creare l’armonia della stanza. Per arredare non bisogna ricorrere a più di tre tonalità differenti: una prevalente, una minoritaria e una in grado di ravvivare l’ambiente con piccoli tocchi dati qua e là. Chiaramente ci sono delle tecniche per trovare i colori adatti e soprattutto per abbinarli fra loro. La scelta della tinta principale generalmente è data dalla moda del momento, però noi vi consigliamo di preferire una tonalità neutra, che successivamente andrete a personalizzare con tocchi di colore, oppure uno dei vostri colori preferiti. Per quanto riguarda invece le combinazioni di colori, strumenti molto utili per non commettere orrori, sono il cerchio cromatico e la mazzetta dei colori, mezzi indispensabili, che vi aiuteranno nella giusta scelta degli accordi cromatici. Nel primo potrete individuare che i colori primari, rosso-blu-giallo, mischiandosi tra di loro in varie combinazioni daranno vita ai colori secondari, arancione-verde-viola; i terziari invece saranno il risultato finale della combinazione dei primi con i secondi e per finire si aggiungeranno quelli che in gergo sono definiti non colori, bianco-nero-grigio, che possono unirsi a tutte le combinazioni ed arricchire la gamma cromatica. Proprio grazie al cerchio cromatico sarà possibile creare la palette cromatica che preferite e di seguito troverete alcune delle regole più utilizzate per creare l’ambiente giusto per voi, ma non dimenticate che

 

De gustibus non disputandum est!

In ogni ambiente della casa è la scelta dei colori e delle finiture che concorre più di tutto al risultato finale, all’effetto d’insieme: le tonalità degli arredi, degli elementi tessili e anche di pavimenti e pareti sono la vera anima degli ambienti e contribuiscono a creare l’armonia della stanza. Per arredare non bisogna ricorrere a più di tre tonalità differenti: una prevalente, una minoritaria e una in grado di ravvivare l’ambiente con piccoli tocchi dati qua e là. Chiaramente ci sono delle tecniche per trovare i colori adatti e soprattutto per abbinarli fra loro. La scelta della tinta principale generalmente è data dalla moda del momento, però noi vi consigliamo di preferire una tonalità neutra, che successivamente andrete a personalizzare con tocchi di colore, oppure uno dei vostri colori preferiti. Per quanto riguarda invece le combinazioni di colori, strumenti molto utili per non commettere orrori, sono il cerchio cromatico e la mazzetta dei colori, mezzi indispensabili, che vi aiuteranno nella giusta scelta degli accordi cromatici. Nel primo potrete individuare che i colori primari,rosso-blu-giallo, mischiandosi tra di loro in varie combinazioni daranno vita ai colori secondari, arancione-verde-viola; i terziari invece saranno il risultato finale della combinazione dei primi con i secondi e per finire si aggiungeranno quelli che in gergo sono definiti non colori, bianco-nero-grigio, che possono unirsi a tutte le combinazioni ed arricchire la gamma cromatica. Proprio grazie al cerchio cromatico sarà possibile creare la palette cromatica che preferite e di seguito troverete alcune delle regole più utilizzate per creare l’ambiente giusto per voi, ma non dimenticate che

 

De gustibus non disputandum est!

COLORI IN CONTRASTO

colori-in-contrasto

Con il termine contrasto si intende l’associazione di colori che sul cerchio cromatico sono posizionati in modo diametralmente opposto, questi colori sono chiamati complementari.
Provate pure ad affiancare coppie di colori come rosso/verde, blu/arancione, giallo/viola, e vi renderete subito conto che questi abbinamenti si rileveranno di forte impatto, capaci di rivoluzionare totalmente uno spazio pur basandosi su quello che possiamo definire shock cromatico. Chiaramente ci sono contrasti adatti ad ambienti ed anche a periodi dell’anno precisi. Ad esempio l’abbinamento rosso-verde è tipico del Natale e non è adatto alla vita di tutti i giorni, mentre la combinazione di blu e arancione funziona altrettanto bene per un soggiorno. Esistono anche contrasti ottenuti mediante un’associazione di tre tonalità che sulla ruota cromatica formano un triangolo equilatero, l’esempio sicuramente più conosciuto è quello del trinomio dei colori primari blu, giallo, rosso utilizzati dal famoso artista Mondrian.
Inoltre è anche possibile associare un determinato colore ai due adiacenti e al suo complementare in modo tale che l’accostamento risulti meno marcato e impattante. Un esempio potrebbe essere quello di abbinare all’arancione corallo, complementare al blu, un azzurrino cielo e un verde acqua.

colori-in-contrasto

Con il termine contrasto si intende l’associazione di colori che sul cerchio cromatico sono posizionati in modo diametralmente opposto, questi colori sono chiamati complementari.
Provate pure ad affiancare coppie di colori come rosso/verde, blu/arancione, giallo/viola, e vi renderete subito conto che questi abbinamenti si rileveranno di forte impatto, capaci di rivoluzionare totalmente uno spazio pur basandosi su quello che possiamo definire shock cromatico. Chiaramente ci sono contrasti adatti ad ambienti ed anche a periodi dell’anno precisi. Ad esempio l’abbinamento rosso-verde è tipico del Natale e non è adatto alla vita di tutti i giorni, mentre la combinazione di blu e arancione funziona altrettanto bene per un soggiorno. Esistono anche contrasti ottenuti mediante un’associazione di tre tonalità che sulla ruota cromatica formano un triangolo equilatero, l’esempio sicuramente più conosciuto è quello del trinomio dei colori primari blu, giallo, rosso utilizzati dal famoso artista Mondrian.
Inoltre è anche possibile associare un determinato colore ai due adiacenti e al suo complementare in modo tale che l’accostamento risulti meno marcato e impattante. Un esempio potrebbe essere quello di abbinare all’arancione corallo, complementare al blu, un azzurrino cielo e un verde acqua.

COLORI IN ARMONIA

colori-in-armonia-3

Con il termine armonia si intende l’associazione di colori che sul cerchio cromatico sono vicini o che si susseguono l’uno dopo l’altro. Esempi di colori armonici sono il viola, il fucsia e il rosa; in questa tipologia di colori, il passaggio tra le diverse tonalità avviene in maniera graduale.

colori-in-armonia-3

Con il termine armonia si intende l’associazione di colori che sul cerchio cromatico sono vicini o che si susseguono l’uno dopo l’altro. Esempi di colori armonici sono il viola, il fucsia e il rosa; in questa tipologia di colori, il passaggio tra le diverse tonalità avviene in maniera graduale.

COLORI IN CAMAIEU

colori-camaiieau-1

Il metodo di pittura dei cammei era caratterizzato dall’impiego di strati di tinte contrastanti, bianco su rosso o bianco su blu ed in origine il termine “camaïeu” designava questa precisa tecnica.
Al contrario oggi indica l’accostamento di diverse nuance di uno stesso colore, ottenute aggiungendo alla tinta e alle sfumature scelte il bianco, il nero e il grigio per regalare un tocco di eleganza. 
Lontanissima dal contrasto, questa tipologia di abbinamento risulta sicuramente più delicata rispetto alla soluzione per contrasto ma potrebbe avere l’inconveniente di risultare poco vivace. E’ per questo motivo che vi consigliamo di divertirvi con decorazioni e materiali diversi e un buon modo di smorzare la monotonia di questa soluzione potrebbe essere quello di introdurre dei motivi geometrici all’interno del vostro arredamento.

colori-camaiieau-1

Il metodo di pittura dei cammei era caratterizzato dall’impiego di strati di tinte contrastanti, bianco su rosso o bianco su blu ed in origine il termine “camaïeu” designava questa precisa tecnica.
Al contrario oggi indica l’accostamento di diverse nuance di uno stesso colore, ottenute aggiungendo alla tinta e alle sfumature scelte il bianco, il nero e il grigio per regalare un tocco di eleganza. 
Lontanissima dal contrasto, questa tipologia di abbinamento risulta sicuramente più delicata rispetto alla soluzione per contrasto ma potrebbe avere l’inconveniente di risultare poco vivace. E’ per questo motivo che vi consigliamo di divertirvi con decorazioni e materiali diversi e un buon modo di smorzare la monotonia di questa soluzione potrebbe essere quello di introdurre dei motivi geometrici all’interno del vostro arredamento.

COLORI IN TONALITA’ FREDDE

colori-freddei-4

Associati a una sensazione di freschezza, le tonalità cosiddette “fredde” sono quelle che richiamano alcuni elementi presenti in natura, come l’acqua o la vegetazione.
Questa tipologia può essere abbinata secondo una combinazione monocromatica fatta di blu o di verdi, oppure policromatica realizzata con il verde-giallo, il verde e il blu.
Un esempio di ambiente che rientra in questa tipologia potrebbe utilizzare nuance fredde vicine al blu come il grigio-azzurro, il blu cielo, il turchese, l’azzurro, il blu cobalto ed aggiungere alcuni decori per valorizzare l’intera composizione.

colori-freddei-4

Associati a una sensazione di freschezza, le tonalità cosiddette “fredde” sono quelle che richiamano alcuni elementi presenti in natura, come l’acqua o la vegetazione.
Questa tipologia può essere abbinata secondo una combinazione monocromatica fatta di blu o di verdi, oppure policromatica realizzata con il verde-giallo, il verde e il blu.
Un esempio di ambiente che rientra in questa tipologia potrebbe utilizzare nuance fredde vicine al blu come il grigio-azzurro, il blu cielo, il turchese, l’azzurro, il blu cobalto ed aggiungere alcuni decori per valorizzare l’intera composizione.

COLORI IN TONALITA’ CALDE

colori-caldi

Associate ad una sensazione di calore, le tonalità cosiddette “calde” sono quelle che occupano un posto in netta contrapposizione rispetto a quelle fredde.
Richiamano il sole con tinte come il rosso, il giallo o l’arancione e creano un’atmosfera calda e accogliente perfette per i periodi più freddi.

colori-caldi

Associate ad una sensazione di calore, le tonalità cosiddette “calde” sono quelle che occupano un posto in netta contrapposizione rispetto a quelle fredde.
Richiamano il sole con tinte come il rosso, il giallo o l’arancione e creano un’atmosfera calda e accogliente perfette per i periodi più freddi.

COLORI IN TONALITA’ CALDE vs FREDDE

colori-freddi-e-caldi-1

Non c’è limite alla fantasia! A dimostrarlo sono le ultime tendenze in fatto di abbinamenti cromatici che vedono contrapposti colori caldi a colori freddi.
Di sicuro queste palette si presentano in modo molto audace ma per attenuare un po’ il contrasto, è consigliabile scegliere una nuance neutra, che funga da colore di transizione, come il grigio, che può riequilibrare l’atmosfera della stanza.

colori-freddi-e-caldi-1

Non c’è limite alla fantasia! A dimostrarlo sono le ultime tendenze in fatto di abbinamenti cromatici che vedono contrapposti colori caldi a colori freddi.
Di sicuro queste palette si presentano in modo molto audace ma per attenuare un po’ il contrasto, è consigliabile scegliere una nuance neutra, che funga da colore di transizione, come il grigio, che può riequilibrare l’atmosfera della stanza.

E tu? Quali accostamenti preferisci per i tuoi ambienti?
Accogliente e caloroso oppure eccentrico e vistoso?

 

Se vuoi essere aggiornato sui prossimi consigli

iscriviti alla nostra NEWSLETTER!!!

E tu? Quali accostamenti preferisci per i tuoi ambienti?
Accogliente e caloroso oppure eccentrico e vistoso?

 

Se vuoi essere aggiornato sui prossimi consigli

iscriviti alla nostra NEWSLETTER!!!